Se  nelle notti senza  luna vedete  intorno all’isola di Figarolo tante luci sul mare vuol dire che ci sono le barche con le lampare per la pesca dei calamari. Gli abitanti di Golfo Aranci sono per origine e per tradizione pescatori.

I calamari di Golfo Aranci sono particolarmente buoni e potete trovarli freschissimi nelle ottime pescherie del paese senza preoccuparvi di doverli pulire perche’  in pochi minuti ve li faranno avere puliti e lavati pronti per essere cucinati.

 

 

Ecco  tre ricette a base di calamari facili e di sicuro risultato.

LA PASTA COI CALAMARI.

Si tagliano i calamari puliti in modo da ottenere degli anelli molto sottili e dei pezzetti piccoli dai tentacoli.

Si fanno cuocere a fuoco vivo in un tegame a bordi alti con olio d’oliva aglio prezzemolo  peperoncino sale,  senza coperchio e senza aggiungere acqua. Bisogna assaggiare per la cottura facendo attenzione di non lasciarli cuocere troppo; di solito sono sufficienti 15-18 minuti e devono rimanere un po’ sodi. Prenderanno un colore rosa scuro ed avranno un loro sughetto.

In uno storico ristorante di Golfo Aranci, da Frau, di solito preparavano la pasta ai calamari con spaghetti o vermicelli, che naturalmente devono essere cotti molto  molto al dente. Sugli spaghetti conditi si puo’ aggiungere un giro di olio crudo e volendo anche un trito fino di basilico.

La quantita’ di calamari da acquistare per fare questa pasta puo’ essere in media di un chilo per 8 persone

CALAMARI ALLA GOLFOARANCINA.

Lasciate intero il corpo del calamaro ed inseritevi all’interno i tentacoli. Affettate molto finemente delle cipolle bianche, in quantita’ pari al peso dei calamari e ponete tutto insieme in un tegame a bordi alti con olio e sale.

Fate cuocere per circa  15-18 minuti . Servite ben caldo con un po’ di pane abbrustolito.

Non abbiate timore che le cipolle sovrastino il gusto dei calamari, risulta invece un piatto molto delicato.

Con un chilo di calamari si possono fare 6 piatti per mangiatori normali.

CALAMARI RIPIENI.

Sminuzzate i tentacoli  e usateli per preparate il ripieno con l’aggiunta di pan grattato latte uovo prezzemolo tritato finissimo sale  e con un po’ di parmigiano grattugiato (facoltativo).

Inserite il ripieno nel corpo dei calamari e chiudete con uno stecchino.

Cuocete in un tegame con olio aglio e peperoncino per meno di 20 minuti. Si puo’ aggiungere un bicchiere di latte durante la cottura.

Questo piatto si puo’ preparare sia con calamari piccoli che grandi. Se sono grandi sara’ bene servirli tagliati a fette, i piccoli interi, sempre ben caldi ed accompagnati da crostini di pane.

Con un chilo di calamari si possono fare 6 porzioni o anche di più se si utilizzano come antipasto.

Le cozze di Olbia sono a ragione considerate le migliori della Sardegna e questo dipende dal fatto che fino ad ora sono state utilizzate le tradizionali varieta’ di cozze non troppo grandi ne’ grasse ma veramente squisite, molto migliori di quelle di importazione. Inoltre le cozze di Olbia provengono da stabulari molto controllati e sicuri. Tuttavia come tutti i frutti di mare sono un alimento molto delicato in quanto molto deperibili: non dimenticate di utilizzarle subito dopo averle pulite e di non conservarle neanche  se sono cotte, mangiatele subito.

 

Queste sono le nostre ricette a base di cozze.

 

COZZE ALLA GILDO.

Gildo era un bravissimo ristoratore di Olbia di tanti anni fa……

Le cozze andrebbero pulite in mare, sugli scogli, possibilmente in compagnia di amici. Si deve per prima cosa strappare il crine che sporge dalle valve e le cozze si devono raschiare strofinandole sugli scogli o con un coltello e si risciacquano in acqua di mare.

Si fanno aprire rapidamente in un tegame e poi si stacca una delle due valve lasciando il corpo della cozza sull’altra valva . Si dispongono le cozze in un grande vassoio di portata. Si prepara un trito finissimo di basilico e si fa un’emulsione di olio d’oliva  succo di limone e il basilico tritato. Con questa si condiscono le cozze che vengono servite come antipasto. Ricordatevi che non si deve aggiungere sale.

Quantita’ orientativa  un chilo per 6 persone se si utilizza come antipasto unito ad altri stuzzichini.

 

LA PASTA CON LE COZZE.

Le cozze pulite si mettono in una pentola con olio d’oliva aglio peperoncino e prezzemolo tritato. Si mette il coperchio per far aprire le cozze con il calore, rimestando di tanto in tanto. Le cozze  devono cuocere poco. Si devono togliere dalla pentola con una schiumarola e si deve prendere con un mestolo il sugo facendo attenzione di non prendere le impurita’ dal fondo. Le cozze devono essere tolte dalle valve e tenute nel loro sugo fino al momento di condire. A parte si fa rosolare nell’olio d’oliva un grosso spicchio d’aglio con del peperoncino.  Condire la pasta, preferibilmente spaghetti o trenette, che devono essere cotti molto molto al dente, con l’olio aglio  peperoncino e con le cozze sgusciate ; cospargere con prezzemolo crudo tritatato finissimo. Guarnite con qualche cozza con le valve nere e lucide che avrete tenuto da parte.

Quantita’ di cozze  un chilogrammo  per 4 persone.

On moonless nights  if you see many lights on the sea around the island of Figarolo it means that there are boats with lights fishing for squid. The inhabitants of Golf Aranci are originally and traditionally fishermen.

The  Golfo Aranci squids are particularly good and you can find excellent fresh fish markets in the village where you can ask them to wash and clean the squid ready for cooking.

 

Here's three easy recipes for squids with perfect  results.

PASTA WITH SQUID.

1 kilo of squid serves 8 people.

Cut the cleaned squid in to very thin rings and the tentacles into small pieces.

Cook over high heat in a deep pan with olive oil garlic parsley salt and pepper .Do  not cover or add water. Take care not to let them cook too much, usually 15-18 minutes are sufficient and they must remain a little firm. They  should turn a dark pink colour. Don’t let them dry out.

A  historic restaurant in Golfo Aranci, “da Frau” usually prepares squid with spaghetti or vermicelli, which of course should be cooked very al dente. To the spaghetti  you can add a little oil and also chopped basil.

GOLFOARANCINA SQUID.

1 kilo of squid serves 6 people.

Stuff the tentacles into the body of the squid.

 Finely slice ​​white onions (half the weight of the squid) and put it all together in a deep pan with olive oil and salt.

Cook for about 15-18 minutes. Serve hot with a little toasted bread.

Do not be afraid that the onions overpower  the taste of the squid, it is instead a very delicate dish.

STUFFED SQUID.

1 kilo of squid serves 6 people as a main course. This can also be done as a starter.

Chop the tentacles and use them to prepare the filling by adding breadcrumbs milk egg finely chopped parsley salt and a bit of grated Parmesan cheese (optional).

Place the stuffing in the body of the squid and close with a toothpick.

Bake in a pan with oil, garlic and chilli for less than 20 minutes. You can add a glass of milk during cooking.

You can prepare this dish with both small and large squid. If they are large it is best to serve them sliced, the small ones whole, always piping hot and accompanied by croutons.

 

The mussels of Olbia are rightly considered the best in Sardinia and this depends on the fact that until now traditional varieties of mussels have been used. They are not too large or fat but really delicious, much better than the imported ones  . In addition, the mussels which come from Olbia are quality controlled and safe. However, like all seafood is a very delicate food as it is very perishable so do not forget to use them immediately after cleaning them and do not save them even if they are cooked, eat them right away.

 

These are our recipes for mussels.

 

 

GILDO MUSSELS.

1 kilo of mussels serves 6 people.

Gildo was a excellent  restaurateur  in Olbia many years ago ......This is one of his famous starters.

The mussels should be cleaned at sea, on the rocks, possibly in the company of friends. You must first debeard the mussels by ripping off the hair that protrudes from the mussels by rubbing them on the rocks or with a knife and rinse in sea water.

Put them in a pot over  a hot flame to open them quickly. When they are open separate the two shells  and put the mussels onto a large serving tray. Prepare  finely chopped basil and mix with olive oil and lemon juice. Pour over the mussels  which are served as an appetizer. Remember that you should not add salt.

 

PASTA WITH MUSSELS.

1 kilo of mussels serves  4 people

Clean the mussels  and put in a pot with olive oil, garlic , chilli and chopped parsley. Put  the lid on to open the mussels, stirring occasionally. The mussels have to cook a little. Remove from the pan with a slotted spoon and ladle the sauce, being careful not to take the sand from the bottom. The mussels should be removed from the shells and kept  in their own juice until ready to dress the pasta.

In another pan fry a whole clove of garlic with chilli. When it is done  remove the garlic and turn off the heat.

Cook the pasta very  al dente. At the last minute add the mussels (without their sauce) and the chilli pil to the pasta. Toss everything together.

Sprinkle with chopped parsley and garnish with a few mussels shells.